LUCCA APRE CON KAURISMAKI

Sarà l’anteprima nazionale del film The Other Side of Hope [+] di Aki Kaurismaki, Orso d’Argento per la Miglior Regia all’ultima Berlinale, a inaugurare l’edizione 2017 del Lucca Film Festival e Europa Cinema domenica 2 aprile. L’attore protagonista Sherwan Haji introdurrà Il film, nelle sale italiane dal 6 aprile distribuito da Cinema di Valerio De Paolis.

Oltre al film di Kaurismaki il festival presieduto da Nicola Borrelli presenta fuori concorso altri titoli interessanti, come Mal di pietre di Nicole Garcia con Marion Cotillard e Louis Garrel e l’anteprima europea di Quando un padre di Mark Williams con Gerard Butler e Willem Defoe (che riceverà un premio alla carriera). Tra gli altri ospiti più illustri della rassegna, Oliver Stone, Olivier Assayas, Valeria Golino, Sergio Castellitto, Julien Temple, Cristi Puiu, Bruno Monsaingeon, Giada Colagrande, protagonisti di retrospettive e incontri con il pubblico.

La seconda edizione del concorso internazionale di lungometraggi prevede 14 film da tutto il mondo in prima italiana, valutati da una giuria presieduta dal maestro rumeno Cristi Puiu. Grande pluralità di generi e contenuti nella selezione curata da Federico Salvetti, Stefano Giorgi e Nicolas Condemi: Ceux qui font les révolutions à moitié n’ont fait que se creuser un tombeau dei canadesi Mathieu Denis e Simon Lavoie, menzione speciale nella sezione Generation 14plus della Berlinale 2017; Tamara y la Catarina della messicana Lucía Carreras, coproduzione Spagna-Francia-Uruguay sostenuta dal Programma Ibermedia; El Invierno dell’argentino Emiliano Torres; Afterlov ottimo esordio del giovane filmmaker greco Stergios Paschos; Ikari del regista sudcoreano naturalizzato giapponese Sang-il Lee; By the Time It Gets Dark [+] di Anocha Suwichakornpong, coproduzione tra Thailandia, Paesi Bassi, Francia e Qatar; Rifle di Davi Pretto, una coproduzione Brasile-Spagna premiata al Brasilia Film Festival e il cui progetto era stato presentato allo Europe-Latin America Co-Production Forum del Festival di San Sebastian, al Brazil’s BrLab e al Berlinale Talent Project Market; Requiem for Mrs. J di Bojan Vuletic (Serbia-Bulgaria-Macedonia); The Levelling , esordio della scozzese Hope Dickson Leach, protagonista una delle star della serie televisiva Il Trono di Spade, Ellie Kendrick; The Misandrists del controverso Bruce LaBruce, simbolo del New Queer Cinema (una coproduzione Germania-Canada); il britannico Butterfly Kisses [+] di Rafael Kapelinski, Orso di Cristallo nella sezione Generation 14plus della Berlinale 2017; Dayveon, debutto del pakistano naturalizzato statunitense Amman Abbasi; Paths del tedesco Chris Miera; Ana, Mon Amour del romeno Cãlin Peter Netzer, Orso d’Oro al Festival di Berlino nel 2013 con Il caso Kerenes in corsa all’ultima edizione del festival.